Tracce di Memoria è un progetto a vocazione turistico/culturale pensato proprio per il borgo medievale di Montalbano Elicona (ME). È un percorso teatrale e culturale concepito come “viaggio” alla riscoperta della storia e della tradizione orale per valorizzare, attraverso il teatro (con esso la danza, la musica, la fotografia, il video, le arti figurative), il castello Federico III d’Aragona, fulcro nevralgico del centro storico e simbolo del paese e della sua storia.

Il progetto è frutto di un lavoro strettamente radicato sul territorio, a contatto con la comunità montalbanese per riportare alla luce un piccolo mondo, fatto di canti, leggende, racconti, aneddoti, poesie, che possa creare “turismo culturale”, avendo i giovani come principali interlocutori.

L’idea nasce sia dal voler valorizzare, attraverso esperienze culturali e artistiche, le bellezze naturali e architettoniche del Comune di Montalbano Elicona, inserito nel Club dei Borghi più Belli d’Italia e vincitore del titolo di Borgo dei Borghi 2015, che dal voler riscoprire le antiche storie e le tradizioni popolari del piccolo borgo.

Tracce di memoria si propone i seguenti obiettivi distintivi:

  • Promuovere e accreditare a livello nazionale e di settore i laboratori teatrali e il Festival della Memoria che annualmente verranno promossi
  • Implementare le competenze dei giovani professionisti di settore sul tema della cultura e tradizioni locali
  • Creare una meta/prodotto turistico Montalbano Elicona partendo dalle potenzialità/peculiarità territoriali
  • Implementare un circuito turistico/culturale a essa legato
  • Generare nei giovani e giovanissimi del territorio consapevolezza rispetto al patrimonio artistico e culturale esistente

Grazie alla realizzazione degli obiettivi sopraelencati, il progetto si propone di:

  • Valorizzare il castello svevo-aragonese di Montalbano Elicona e, attraverso di esso, l’intero borgo creando un polo formativo nel settore teatrale capace di attirare professionisti da tutto il paese. Esso non sarà semplice monumento da ammirare, ma “pietra viva” luogo di scambio culturale e artistico, luogo in cui la comunità possa riconoscersi, ricordarsi e raccontarsi, tramandando ai giovani un passato che è sempre reso attuale dalla memoria. A partire dal castello, Montalbano rivivrà la propria storia, arricchita dalla scoperta delle bellezze artistiche e naturali che il paese offre dal borgo fino alla suggestiva altura dell’Argimusco con il sito megalitico
  • Creare occupazione e opportunità di lavoro per i giovani, grazie all’indotto turistico – culturale generato dagli eventi di cui sopra e alla creazione di un prodotto turistico «Montalbano Elicona»

Progetto finanziato nell’ambito del Piano Azione Coesione “Giovani no profit”

Logo DGSC_blu_video